Salta al contenuto principale
x

Castel Castagna

Castel Castagna si trova su un colle a ridosso del Gran Sasso, nella media Valle del Mavone nota come Valle Siciliana, ad un'altezza di 452 m. s.l.m. Le prime notizie storiche di Castel Castagna risalgono al XII secolo, quando il paese divenne feudo dei Trasmodo e Berardo. Successivamente prese il nome di Castrum Castanee. Saccheggiato nel 1683 dai banditi, fu di nuovo sottoposto ad incursioni da parte dei briganti. Il paese conserva alcuni edifici con portali in pietra risalenti al secolo XIV e XVIII. Merita particolare attenzione la Chiesa di San Pietro con interessante portale rinascimentale cinquecentesco. Il paese è noto soprattutto per la frazione di Ronzano; la chiesa di Santa Maria di Ronzano del XII secolo è, infatti, tra i monumenti romanici più notevoli della regione. Richiama lo stile romanico pugliese ed eccezionali sono gli affreschi che decorano l'abside centrale, l'absidola di destra e le grandi pareti del transetto. Gli affreschi centrali attribuiti ad un maestro francese o ad un lombardo francesizzato, hanno fatto scrivere fiumi d'inchiostro e rappresentano un unicum dell'Italia Centrale.

 

Provincia: Teramo

CAP: 64030

Prefisso: 0861

Altitudine: 452

POSIZIONE GEOGRAFICA

42.5434887, 13.7148708

Il fiume Mavone, il principale affluente del fiume Vomano, nasce sul versante orientale del Corno Grande del Gran Sasso d'Italia e, durante il suo percorso di 16 chilometri, riceve l'apporto di numerose sorgenti che originano da questa montagna, tra cui il torrente Ruzzo.

Isolata nella valle del Mavone, la Chiesa rappresenta uno dei monumenti medievali più originali d'Abruzzo. Fu edificata con tutta probabilità nel XII secolo e fece parte di un importante complesso monastico benedettino. Le sue caratteristiche strutturali l'avvicinano ad altri edifici religiosi dal chiaro stile del romanico pugliese (in espansione nella nostra regione proprio in quel periodo).

Isolata nella valle del Mavone, la Chiesa rappresenta uno dei monumenti medievali più originali d'Abruzzo.

A Villa Petto, borgo fondato dopo la distruzione della romana Pitinia, che sorgeva alla confluenza del fiume Mavone con il Fiume Vomano, oggi possiamo ammirare i resti dei bastioni e della torre dell'antico castello.

Il borgo di Castiglione della Valle, oggi praticamente abbandonato, conserva ancora tratti delle poderose mura medioevali. Un tempo Castiglione della Valle rappresentava il vero nucleo cittadino, prima che si estendesse e prendesse il nome di Colledara.

Il Parco Territoriale del Fiume Fiumetto si trova nel Comune di Colledara, nelle immediate vicinanze del Parco Nazionale del Gran sasso e Monti della Laga.

La chiesa di San Giovanni ad Insulam ,costruita agli inizi del XII secolo e poi modificata alla fine del XIII secolo. è uno dei più importanti edifici religiosi dell'architettura romanica abruzzese. La chiesa è anche conosciuta come San Giovanni al Mavone dall'omonimo fiume su cui essa si trova.

La chiesa di San Giovanni ad Insulam ,costruita agli inizi del XII secolo e poi modificata alla fine del XIII secolo. è uno dei più importanti edifici religiosi dell'architettura romanica abruzzese. La chiesa è anche conosciuta come San Giovanni al Mavone dall'omonimo fiume su cui essa si trova.

La chiesa di San Giovanni ad Insulam ,costruita agli inizi del XII secolo e poi modificata alla fine del XIII secolo. è uno dei più importanti edifici religiosi dell'architettura romanica abruzzese. La chiesa è anche conosciuta come San Giovanni al Mavone dall'omonimo fiume su cui essa si trova.