Salta al contenuto principale
x

Chiesa della Madonna Dell'Alno - Canzano (TE)

La tradizione vuole che la Chiesa dedicata alla Madonna dell'Alno fosse stata edificata al seguito della comparsa, in data 18 maggio 1480, in una zona di campagna (denominata Perdono), della Madonna stessa che in piedi sopra un Alno (albero della famiglia degli Ontani) abbia disposto al mite bifolco Floro di andare a Canzano, cavalcare l'indomito cavallo di una nobile famiglia e di portarlo nella piana del Castellano dove lo stesso avrebbe disegnato con giri circolari la sagoma della futura Chiesa. (miracolo del cavallo indomito). La Chiesa fu edificata per volere del popolo poco dopo, e negli anni successivi fu ampliata fino ad assumere le attuali dimensioni; dapprima ebbe uno stile gotico-romano, in seguito prevalse lo stile barocco, mentre la torre campanaria fu edificata in seguito nel 1800. All'interno nella volta della Chiesa, sopra l'altare maggiore, si notano due affreschi rappresentanti l'apparizione della Madonna a Floro prima e il cavallo indomito cavalcato dal veggente poi, mentre la pala dell'altare maggiore sul muro è costituita da un quadro della Madonna del Rosario con San Domenico, Santa Caterina e i quindici Misteri. Nel corpo della Chiesa vi sono due altarini con sopra rappresentati la Natività del Signore e scene Presepiali, la fuga di Mosè dall'Egitto, la visione di Abramo e l'effige si Sant'Anna. Sul fondo della Chiesa vi è un quadro della Madonna col Bambin Gesù e sopra la volta vi sono altre raffigurazioni quali Davide fanciullo, il sacrificio di Samuele e il giudizio di Salomone. Sopra l'ingresso insiste un organo a canne di notevole pregio e recentemente restaurato. L'ultimo restauro risalente al 1995 ha riportato la Chiesa agli antichi splendori cancellando definitivamente alcuni obbrobri perpetrati all'inizio del secolo.

42.6462641, 13.8023244