Salta al contenuto principale
x

La Costa dei Trabocchi

Lungo il tratto meridionale del litorale abruzzese, tra Ortona e Vasto, sorgono come sentinelle sul mare i celebri e celebrati “trabocchi”, paragonate da Gabriele D’Annunzio a “ragni colossali” e descritti nella tragedia “Il Trionfo della Morte” come “macchine che parevano vivere di vita propria”.

Antiche e originalissime costruzioni in legno simili a palafitte, armoniose ed eleganti nel loro complesso gioco di fili e corde, impreziosiscono e caratterizzano questo splendido tratto di costa. Oggi sono tutelate da leggi regionali come beni culturali primari.

La loro struttura è formata da assi e travi ancorati sugli scogli. Sulle travi poggia una passerella in legno che conduce a una piattaforma da cui dipartono dei pali leggeri, detti antenne, alle cui estremità sono fissati gli angoli della rete. In un giorno di mare in burrasca, stupiscono per la capacità di resistere alle mareggiate nonostante l’aspetto fragile e precario.

La loro origine non ha dati certi. Si può ipotizzare che siano stati costruiti per pescare senza scendere in mare, stando in piedi o seduti su una passerella collegata alla terraferma.

I primi trabocchi, provenendo da Nord, si incontrano dopo Ortona, quando il litorale abruzzese inizia a cambiare fisionomia, passando dalle spiagge basse e sabbiose del teramano e del pescarese a un paesaggio più aspro e roccioso. La maggiore concentrazione e tra San Vito e Fossacesia e nel tratto di costa rocciosa di Vasto, dalla Riserva Naturale di Punta Aderci fino all’inizio del litorale sabbioso di Vasto Marina.

Alcuni trabocchi sono stati ristrutturati e trasformati in caratteristici ristoranti sul mare, dove gustare deliziosi piatti con il pescato dell’Adriatico.

MAPPA

42.116539930281, 14.717722751322

Proposte di Viaggio, Itinerari & Idee

Che decidiate di trascorrere nella nostra regione solo un weekend o un'intera vacanza, troverete qui spunti e suggestioni sui luoghi, le attività, i borghi e i percorsi più affascinanti per scoprire l'Abruzzo più autentico!