Home / Destinazioni / Civitaluparella
Destinazione

Civitaluparella

Un incantevole borgo arroccato sulla vallata del fiume Sangro

Data:

07 agosto 2023

Tempo di lettura:

2 min

Argomenti
  • Comuni d’Abruzzo
  • Località montane
Civitaluparella, Ph. Zitumassin CC BY-3.0

Panoramica

Descrizione lunga

Civitaluparella, un tempo raggiungibile solo a piedi o a cavallo, è un borgo aggrappato a uno sperone di roccia calcarea che sovrasta la vallata del fiume Sangro. Un’incantevole località, protetta dal massiccio della Maiella e dalle alture circostanti, che offre ampi scenari sulla valle sottostante.

Le sue antiche viuzze, le case in pietra locale e i ruderi del Castello Caldora, proprio sulla parte più alta del paese, nel punto più impervio a certezza di inespugnabilità, chiudono la cornice peculiare di questo piccolo mondo antico. 
Il torrente Parello a sud, che forma una splendida cascata meta di molti visitatori, il lago della Pantera e il lago della Torretta a nord, il bosco della Difesa, il bosco di Monte Pidocchio e il bosco delle Cese, rappresentano le difese naturali del borgo, guardiani che donano un ineguagliabile fascino. 

I primi insediamenti risalgono ai tempi preistorici e sono attestati e confermati da incisioni rupestri, alcune delle quali conservate nel Museo Archeologico di Chieti. Appena fuori dal paese, dunque, merita di essere raggiunta la Grotta Cese, luogo di questi ritrovamenti, in località Pennarossa, dove potrete vedere le incisioni raffiguranti cerchi crociati che rappresentano la ruota, simbolo del sole, dove probabilmente si praticava l'antico rito della "incubatio".

Nel locale Museo del Medio Sangro, inoltre, sono esposti reperti della civiltà contadina, di arti antiche e di mestieri, nonché ceramiche, oggetti e utensili dell'ultima guerra mondiale e una galleria fotografica che racconta vita, costumi, usi e tradizioni del paese. Un modo per conoscere a pieno Civitaluparella, in ogni sua sfaccettatura.

Vi suggeriamo, inoltre, di visitare la Chiesa di San Pietro Apostolo, parte integrante di un complesso abbaziale di fondazione benedettina del XII secolo, la Chiesa dell'Annunziata, nelle vicinanze del Castello con un bellissimo belvedere e la caratteristica fonte “Prazzacche” o di Sant’Agata, dove le puerpere si bagnavano i seni per aumentare la produzione di latte materno.

Vari sono i momenti in cui poter fare una passeggiata rigenerante per le vie di Civitaluparella, ma noi vi suggeriamo di raggiungere il borgo in concomitanza delle sue principali feste: la Festa patronale di San Rocco, protettore del paese, con la benedizione dei pani, la Festa di Sant’Agata, patrona delle puerpere, la Sagra del cibo contadino, nata per far conoscere i prodotti tipici del paese, tra cui sicuramente spiccano carne di vitello, capretto e  agnello, formaggi freschi, pecorino stagionato, funghi, tartufi e salumi.

Etichetta

  • borghi montani
  • Comuni
  • Località montane

Posizione della Destinazione

Geolocalizzazione

41.944585166853, 14.302418231964

Ultimo aggiornamento

07/08/2023, 11:37

Pubblicato da AbruzzoTurismo