Evento

Giornata Nazionale Associazione Dimore Storiche Italiane

Data:

dal 26 maggio 2024 al 26 maggio 2024

Tempo di lettura:

3 min

Argomenti
  • Eventi culturali
  • Eventi espositivi

Panoramica

Descrizione dell'evento

Il più grande museo diffuso d’Italia riaprirà le porte ai visitatori la prossima domenica 26 maggio per la Giornata Nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane quando oltre 600 monumenti tra castelli, rocche, ville, parchi, giardini di tutta la Penisola accoglieranno gratuitamente coloro che vorranno immergersi in luoghi senza tempo, circondati dalle meraviglie del patrimonio artistico e culturale italiano.

Giunta quest’anno alla XIV edizione, l’iniziativa è organizzata in collaborazione con l’Associazione Nazionale Case della Memoria, la Federazione Italiana Amici dei Musei (FIDAM) e Federmatrimoni ed Eventi Privati (Federmep) e ha ricevuto il patrocinio di ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo e della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO.

Diverse le residenze abruzzesi che apriranno al pubblico, gran parte delle quali in provincia dell’Aquila. Tra le altre, a Pescasseroli troviamo Palazzo Sipari, dimora dell’onorevole Erminio Sipari, fondatore del centenario Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e casa natale del filosofo Benedetto Croce, ma anche Palazzo Vitto Massei a Pettorano sul Gizio, che nel 1832 ospitò Ferdinando II re delle Due Sicilie e più di recente, nel settembre 2022, ha accolto alcuni membri della famiglia reale olandese durante la loro visita in Abruzzo. Ricco di storia è anche l’Oratorio di Sant’Antonio dei Cavalieri de Nardis a L’Aquila, chiesa familiare annoverata tra i capolavori del barocco abruzzese, da poco restaurata, considerata anche un tempio musicale grazie alla presenza di uno degli organi antichi più importanti d’Italia che fa da catalizzatore per le attività musicali che la famiglia ospita.

Sempre a L'Aquila, per i più piccoli accompagnati dai genitori sarà previsto un tour guidato della città (prenotazione obbligatoria ai numeri 0862 295927 – WhatsApp 379 1508492), oltre alla visita dei cortili delle dimore storiche dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 (in questo caso ingresso gratuito senza prenotazione).

In provincia di Chieti, a Fossacesia il Palazzo Mayer edificato nel 1835 per volere di Michelangelo Mayer presenta la consueta tipologia della residenza gentilizia di città, custodendo al suo interno l’antica chiesetta di Sant’Antonio Abate ceduta ai Mayer dal comune. A Pescara saranno visitabili gli spazi culturali dell’Imago Museum, della Fondazione Paparella Treccia-Devlet e della Fondazione Summa, mentre in provincia di Teramo previste visite alla Pinacoteca Civica Casa Museo Vincenzo Bindi di Giulianova e a Villa Rossi a Silvi.

Prenotazione obbligatoria cliccando QUI.

Di seguito l’elenco delle aperture previste al momento (lista in continuo aggiornamento):

Provincia di CHIETI

Palazzo Tilli, Casoli

Palazzo Mayer, Fossacesia

 

Provincia de L’AQUILA

Palazzo Pirro, San Lorenzo di Beffi (Acciano)

Palazzo D’Alessandro, Caporciano

Complesso Palazzo Sipari, Pescasseroli

Palazzo Vitto Massei, Pettorano sul Gizio

Palazzo Ciarrocca, Santo Stefano di Sessanio

Palazzo e Oratorio di Sant’Antonio dei cavalieri de’ Nardis, L’Aquila

Palazzo Ciolina, L’Aquila

Grancia dei Celestini, già ex Convento di Santa Lucia, L’Aquila

Palazzo Dragonetti, L’Aquila

Casino delle Delizie Branconio, L’Aquila

Palazzo Rustici, L’Aquila

Palazzo Margherita, L’Aquila

Le Cancelle, L'Aquila

Palazzo Burri Gatti, L'Aquila

Dimora Fortebraccio, L'Aquila

Palazzo Pica Alfieri, L'Aquila

Palazzo Zuzi, L'Aquila

Fondazione Giorgio de Marchis Bonanni d'Ocre, L'Aquila

 

Provincia di PESCARA

Convento di San Panfilo, Spoltore

Fondazione Paparella Treccia-Devlet, Pescara

Fondazione Summa, Pescara

Imago Museum, Pescara

 

Provincia di TERAMO

Pinacoteca Civica Casa Museo Vincenzo Bindi, Giulianova

Villa Rossi, Silvi

 

Etichetta

  • Dimora storica
  • Luoghi della cultura
  • Luoghi della storia

Galleria Immagini

Ultimo aggiornamento

19/06/2024, 04:10

Pubblicato da Ivan Masciovecchio