Salta al contenuto principale
x

Palena

Dove si trova:
Palena sorge nell’alta valle dell’Aventino, nel Parco Nazionale della Majella, tra alture e boschi verdissimi.
Perché visitarlo: Qui, appena arrivati, si respira un’atmosfera di benessere e relax. La natura lussureggiante, l’aria pulita, la tranquillità antica degli abitanti, tutto concorre a rendere il borgo un luogo di pace e bellezza. Il fiume Aventino, inoltre, attraversa il paese, creando splendide cascatelle e piccoli bacini d’acqua, in un gioco di luci e riflessi che incanta. In questo scenario quasi magico, incontriamo gli elementi del borgo che raccontano la sua storia passata, tra cui il castello dell' XI secolo, il campanile settecentesco della Chiesa Parrocchiale e la Chiesa della Madonna del Rosario, che custodisce all’interno preziose opere d’arte e un bellissimo organo settecentesco. Per la gioia dei più piccoli è presente l’Area Faunistica dell’Orso Marsicano dove vivere forti emozioni avvistando le orse Caterina, Iris e Margherita. Inoltre Palena è conosciuto come "il paese delle orchidee" in quanto il Comune ha deciso di caratterizzarsi per le sue orchidee, con eventi tematici sotto l'egida del comitato scientifico del Parco Nazionale della Majella: allo stato attuale, le specie segnalate nel territorio del comune di Palena sono 64 tra specie e sottospecie, pari ad oltre il 60% di quelle presenti in Abruzzo e oltre il 35% di quelle italiane, alle quali si aggiungono anche 17 ibridi stabilizzati.

Cosa vedere:
•    la Chiesa della Madonna del Rosario;
•    la Chiesa Parrocchiale;
•    l’Area Faunistica dell’Orso Marsicano;
•    il Castello;
•    il Museo geopaleontologico;

Cosa mangiare:
le sagne stracciate, primo piatto tipico dei contadini di Palena. La pasta, "strappata" dalla sfoglia, è condita con pancetta di maiale soffritta e con formaggio pecorino. La sua semplicità ne ha fatto in passato il "piatto dei poveri".

 

POSIZIONE GEOGRAFICA

41.9766256, 14.1324211

Descrizione: l'eremo-santuario della Madonna dell'Altare sorge sul Monte Porrara a quasi 1300 m slm.