Salta al contenuto principale
x

Ravioli dolci di ricotta

I ravioli con il ripieno di carne, di verdura o di ricotta, sono comuni a molte regioni, pur con qualche variante nelle dimensioni e nella fattura del contenuto.

Tipici dell’Abruzzo e in particolare della provincia di Teramo, sono invece i ravioli dolci, un primo piatto particolare e gustoso.

L’involucro esterno è una normale pasta fresca all’uovo, le dimensioni sono poco più grandi dei normali ravioli, mentre il ripieno è sensibilmente differente, composto da ricotta impastata con tuorli d’uovo, cannella tritata, zucchero, buccia grattugiata di limone e maggiorana.

Per preparare la pasta si dispone la farina a fontana, si rompono le uova e si amalgama il tutto lavorando finché non risulti liscia, badando che non diventi però troppo dura; quindi si tira la sfoglia. Sulla sfoglia tagliata a strisce si dispongono, a intervalli uguali, piccole porzioni di ripieno; quindi si ricopre il tutto con un’altra striscia di pasta e si tagliano i ravioli a forma di mezzaluna, piegando e serrando bene i bordi dei ravioli per evitare che, una volta nell’acqua, possano aprirsi.

A cottura ultimata si possono condire sia con sugo di pomodoro che con zucchero e cannella.

Questa ricetta tradizionale risulta attestata già nel 1978 nella pubblicazione Gastronomia Teramana di Rino Faranda (Ed. Tercas, Teramo 1978).

(LT)​​​​​​​